Spesso mi chiedo se, tra vent'anni, mi ricorderò dei miei miseri piazzamenti in gara e delle relative fatiche agonistiche o se porterò con me la nitida memoria delle emozioni provate nelle più estreme avventure vissute.
Specialmente in quelle condivise con gli amici.
Mi rispondo sempre allo stesso modo.

Credo valga anche per te che leggi o comunque per molti di voi.
Certe cose passano, altre restano.
Come la nostra Ascesa Hardcore 5000, che ti descrivo nella gallery di qui sotto e che, contrariamente a molti dei post tecnici che leggerai su questa pagina, non contiene numeri.

🧠🫀 Non vuol essere uno sfoggio di abilità, anzi, ma spero possa essere d'ispirazione e che passi la morale, ovvero: serve sempre un metodo (l'organizzazione fin dai giorni precedenti, dello zaino, della bici, dell'itinerario, dell'alimentarsi, dell'allenamento), ma che tutto sia vano senza quella scintilla che accende la fiamma della volontà.

Insita in ognuno di noi.
E se ti piacciono i numeri, beh...
- 7400 le calorie bruciate (reintegrate solo in parte da 4 barrette, 2 gel, 1 piadina, 1 panino, 2 crostate, 2 coca-cola);
- 9 ore e 45' quelle pedalate, molte di più quelle "a zonzo";

- il resto puoi trovarlo su Strava, ma conta poco, ciò che conta non è spiegabile con i numeri e, forse, nemmeno a parole.
Ecco il link:
https://www.strava.com/activities/7860580224